Il cioccolato fondente per la salute intestinale degli atleti professionisti

Ultimo aggiornamento il 9 Ottobre 2023

L’integrità della barriera intestinale è fondamentale per il mantenimento dello stato di salute di tutto il corpo. Un interessante articolo scientifico pubblicato sulla prestigiosa rivista Nutrients (IF 5.9) ha indagato l’effetto dei polifenoli presenti nel cioccolato fondente sulla permeabilità intestinale dei calciatori professionisti. Sempre più evidenze scientifiche, infatti, dimostrano che l’esercizio fisico estremamente intenso e prolungato, tipico degli atleti professionisti, può aumentare la permeabilità intestinale, compromettendo l’integrità della barriera intestinale. Questa ricerca ha coinvolto 24 calciatori professionisti e 23 atleti amatoriali, ed è giunta a risultati importanti.

Un’introduzione alla barriera intestinale

La barriera intestinale svolge un ruolo fondamentale nell’assorbimento dei nutrienti essenziali, nella risposta immunitaria e nella protezione contro tossine, antigeni alimentari e batteri dannosi. È una struttura complessa, costituita da molteplici strati, che impedisce a sostanze nocive come il lipopolisaccaride (LPS) di entrare nel sistema circolatorio e diffondersi in tutto l’organismo.

Se, per svariati motivi, si crea uno squilibrio a livello intestinale, la barriera perde la sua capacità di selezione e non è più in grado di svolgere in modo corretto le sue importanti funzioni.

L’Impatto dell’Esercizio Fisico Intenso

L’esercizio fisico influisce notevolmente sulla salute intestinale, ma non tutti i tipi di attività fisica agiscono nello stesso modo. Alcune evidenze suggeriscono che l’esercizio fisico a bassa e moderata intensità abbia effetti benefici sul tratto gastrointestinale, tra cui la preservazione della mucosa e l’aumento della diversità del microbiota.

Tuttavia, l’esercizio fisico estremamente intenso e prolungato può aumentare la permeabilità intestinale, compromettendo l’integrità della barriera intestinale stessa. Questo fenomeno è associato ad una riduzione della motilità gastrica, a lesioni epiteliali, alterazioni dell’integrità della mucosa, alterato assorbimento dei nutrienti ed endotossiemia con infiammazione locale e sistemica di basso grado.

Gli Atleti e la Permeabilità Intestinale

Gli atleti, in particolare quelli professionisti, che soffrono di disturbi gastrointestinali vedono influenzata negativamente la loro salute e le prestazioni. Studi recenti hanno dimostrato che i livelli della proteinadi trasporto di acidi grassi (FABP), un indicatore di danno intestinale, sono più elevati negli atleti dopo l’esercizio fisico intenso rispetto ai non-atleti.

Il ruolo del Cioccolato Fondente

Lo studio è stato condotto coinvolgendo 24 calciatori professionisti divisi in due gruppi: uno ha consumato cioccolato fondente con oltre l’85% di cacao, oltre alla dieta abituale, mentre l’altro gruppo, di controllo, ha proseguito con l’alimentazione abituale.

Dopo 30 giorni, il gruppo di atleti che ha consumato cioccolato fondente ha mostrato una significativa riduzione della permeabilità intestinale rispetto al gruppo di controllo. Inoltre, in esperimenti in vitro, gli estratti di polifenoli presenti nel cioccolato fondente hanno dimostrato di proteggere le cellule intestinali dai danni indotti da LPS.

Questo studio apre nuove prospettive sul ruolo del cioccolato fondente e dei suoi polifenoli nella protezione della salute intestinale degli atleti professionisti. Gli alimenti ricchi di polifenoli potrebbero rappresentare un alleato prezioso nel prevenire il danno intestinale associato all’esercizio fisico intenso. Integrare il cioccolato fondente o altri alimenti simili nella dieta degli atleti potrebbe non solo migliorare la loro salute intestinale, ridurre lo stress ossidativo e, potenzialmente, migliorare le loro prestazioni.

La rivista

Nutrients è una rivista peer-reviewed ad accesso aperto sulla nutrizione umana pubblicata semestralmente online da MDPI. La rivista è associata alla Società Italiana di Nutrizione e Gastroenterologia Pediatrica (SIGENP), Asia Pacific Nutrigenomics Nutrigenetics Organization (APNNO), Nutrition Society of New Zealand (NSNZ), Ocular Wellness & Nutrition Society (OWNS) e molte altre

Gli Autori

Cristina Nocella  Dipartimento di Scienze Cliniche, Internistiche, Anestesiologiche e Cardiovascolari, Università degli Studi di Roma La Sapienza

Elena Cavarretta – Medico Chirurgo specialista in Cardiologia dello Sport presso la Casa di Cura di Villa Stuart di Roma, Centro Medico di eccellenza FIFA e FIMS; Dipartimento di Scienze e Biotecnologie medico-chirurgiche presso l’Università degli Studi di Roma La Sapienza; Dipartimento di Scienze Motorie, Umane e della Salute presso l’Università degli Studi di Roma Foro Italico

Chiara Fossati – Dipartimento di Scienze Motorie, Umane e della Salute, Università degli Studi di Roma Foro Italico

Fabio Pigozzi – Direttore scientifico per l’accreditamento FIFA della Casa di Cura Villa Stuart, Presidente FMSI e Professore Ordinario di Medicina Interna e Prorettore Vicario presso l’Università degli Studi di Roma “Foro Italico”

Federico Quaranta – Dipartimento di Scienze Motorie, Umane e della Salute, Università degli Studi di Roma Foro Italico

Mariangela Peruzzi Dipartimento di Scienze Cliniche, Internistiche, Anestesiologiche e Cardiovascolari presso l’Università degli Studi di Roma La Sapienza

Fabrizio De Grandis – Villa Stuart Sport Clinic, Centro Medico di eccellenza FIFA e FIMS

Vincenzo Costa A.S. Roma Football Club

Carwyn Sharp A.S. Roma Football Club

Massimo Manara – Medico dell’A.S. Roma Football Club

Antonia Nigro Medico dello Sport presso

Vittoria Cammisotto Dipartimento di Scienze Cliniche, Internistiche, Anestesiologiche e Cardiovascolari presso l’Università degli Studi di Roma La Sapienza

Valentina Castellani Dipartimento di Chirurgia Generale e Specialistica, Università degli Studi di Roma La Sapienza

Vittorio Picchio Dipartimento di Scienze e Biotecnologie medico-chirurgiche, Università degli Studi di Roma La Sapienza

Sebastiano Sciarretta Dipartimento di Scienze e Biotecnologie medico-chirurgiche, Università degli Studi di Roma La Sapienza

Giacomo Frati – Dipartimento di Scienze e Biotecnologie medico-chirurgiche, Università degli Studi di Roma La Sapienza

Simona Bartimoccia Dipartimento di Scienze Cliniche, Internistiche, Anestesiologiche e Cardiovascolari presso l’Università degli Studi di Roma La Sapienza

Alessandra D’Amico Dipartimento di Scienze e Biotecnologie medico-chirurgiche, Università degli Studi di Roma La Sapienza

Roberto Carnevale Dipartimento di Scienze e Biotecnologie medico-chirurgiche, Università degli Studi di Roma La Sapienza

Dove ti fa male?

Compila il form e un nostro specialista ti risponderà

Oppure