Biofeedback

Le tecniche di biofeedback sono un insieme di metodiche terapeutiche, che sfruttano strumentazioni elettroniche o elettromeccaniche al fine di misurare precisamente l’attività neuromuscolare del paziente e darli un feedback uditivo o visivo.
Un elettrodo è attaccato sulla pelle sopra il muscolo interessato. Quando il muscolo si contrae, l’elettrodo trasmette informazioni alla macchina, la quale registra la forza della contrazione. Questa informazione è poi comunicata al paziente attraverso segnali visivi o uditivi. Durante le varie fasi della riabilitazione, come la forza della contrazione muscolare aumenta, il segnale di feedback diviene più intenso.
Il biofeedback è un esercizio molto utile nella riabilitazione dopo qualunque tipo di infortunio, perché permette al paziente di conoscere la sua effettiva forza muscolare ed i suoi progressi nel tempo ed è un efficace strumento per aiutare a ricreare il collegamento fra il cervello ed il muscolo affetto da una lesione.

Il biofeedback elettromiografico è indicato nelle seguenti circostanze:

  • Riabilitazione post-operatoria per i pazienti, che si sono sottoposti una ricostruzione del legamento crociato anteriore
  • Riabilitazione post-operatoria per i pazienti, che si sono sottoposti una ricostruzione del legamento crociato posteriore
  • Riabilitazione post-operatoria per i pazienti, che si sono sottoposti ad una meniscectomia artroscopica
  • Riabilitazione post-operatoria per i pazienti, che si sono sottoposti ad una sutura meniscale
  • Trattamento delle paralisi centrali e periferiche
 
 

DOVE TI FA MALE?

Compila il form e un nostro specialista ti risponderà